Il web è un posto meraviglioso, soprattutto dal punto di vista delle opportunità professionali. Per molti però il web è un posto affollato di troppi competitor contro i quali non si può, appunto, competere perché più potenti, più noti e con più visibilità. Se queste convinzioni sono vere è però opportuno precisare che non sono complete e che per capire bene come sfruttare in maniera vincente la propria presenza online è opportuno parlare di Local SEO. Partiamo quindi da qui.

Il posizionamento locale

Effettuando una ricerca su Google il risultato che ci viene mostrato (la famosa SERP) mostra un elenco di risposte a quella nostra ricerca. Per chi lavora nel marketing digitale sa come sia fondamentale l’ottimizzazione delle pagine e dei contenuti sul web (la SEO) per farsi trovare. Negli ultimi anni le cose sono “leggermente” cambiate e le ricerche sono geolocalizzate. Cosa significa? Che se io sto cercando un’informazione (qual è la capitale di quello Stato, quali sono i risultati dell’ultima giornata di campionato, eccetera) la risposta può essermi fornita da qualsiasi sito, sia che sia della mia stessa città che dall’altra parte del Paese (o del mondo). Diverso se devo cercare un ristorante, uno studio medico o, come nel caso che ci interessa, una palestra; non ha molto senso sfogliare i risultati di una città nella quale non mi trovo. Ecco quindi, le ricerche locali, le ricerche geolocalizzate, il Local SEO appunto.

Sono aumentate notevolmente le ricerche che includono il nome della località desiderata e per farsi trovare è importante sapere come fare e migliorare quello che nel gergo tecnico viene chiamato “posizionamento organico locale”. Perché non basta essere presenti sul web, ma bisogna farsi trovare.

Perché occuparsi del Local SEO

Prima di passare a vedere quali sono gli aspetti pratici cui occuparsi per migliorare il posizionamento organico locale della propria palestra, è bene capire perché conviene farlo. Uno dei principali motivi è perché è quello che vuole Google, che è la piattaforma sulla quale vengono effettuate la stragrande maggioranza delle ricerche. Negli ultimi anni molte cose sono cambiate nel mondo digital e Google ha deciso di puntare molto sul local search marketing. Oggi facendo una ricerca locale non compare solamente l’elenco dei siti rispondenti a quella ricerca, ma compaiono anche dei veri e propri box con alcune informazioni dettagliate di quella specifica attività. Orari di apertura, numeri di telefono (con il tasto per avviare la chiamata), box della mappa con le indicazioni per arrivare a destinazione tramite Google Maps, foto, recensioni, elenco dei servizi, eccetera. L’obiettivo è quello di essere quella specifica attività di cui parlavamo e offrire le risposte che gli utenti stanno cercando.

Allo stesso tempo è doveroso considerare come il marketing sia principalmente locale, sviluppato sul territorio nel quale ci si trova. È vero che il web ha spalancato le porte a una globalizzazione diffusa dove si possono acquistare prodotti e servizi di aziende che si trovano dall’altra parte del pianeta, ma è altrettanto vero che per attività locali quali le palestre, il successo (e la crescita economica) è data quasi esclusivamente da chi risiede o lavora in quella zona. Chi è interessato ai servizi di una palestra è colui che abita lì vicino o chi per ragioni di lavoro si trova a passare lì vicino. Ed è questo concetto di vicinanza che è alla base del Local SEO e sul quale bisogna investire e puntare. La concorrenza in questi casi non è globale, ma locale.

Come migliorare il posizionamento locale della propria palestra

Abbiamo parlato di Google perché è questo il colosso che gestisce tutti questi servizi ed è con questo partner che dobbiamo collaborare. In ottica Local SEO esiste l’applicazione Google My Business, che è la fusione di diversi servizi messi a disposizione da Google e che il colosso di Mountain View mette a disposizione delle realtà professionali, quindi anche le nostre palestre, per gestire il proprio posizionamento locale.

Google My Business

L’utilizzo di Google My Business non può essere opzionale, soprattutto per tutte quelle realtà professionali che sono presenti sul territorio da molti anni. Molto spesso queste hanno sul web più di un profilo (magari creato da altri servizi commerciali) che crea confusione e non aiuta le persone a trovare i servizi che sta cercando e che la vostra palestra può offrirgli. Ecco perché creare un profilo Google My Business, autenticarsi, inserire più informazioni utili possibili (orari, aperture e chiusure straordinarie, servizi, indirizzo, eccetera) e caricare con costanza contenuti utili.

L’ottimizzazione dei contenuti

Per gestire e curare il Local SEO non basta solo Google My Business (il successo online non è mai dato da un solo fattore o un solo strumento), ma è importante continuare a utilizzare anche gli altri canali (sito, blog, profilo social, eccetera) avendo cura di ottimizzare le pagine per i dispositivi mobile e i contenuti in ottica Local SEO. Cosa significa? Che il “classico” SEO non viene mano, ma viene solo applicato a un’ottimizzazione geolocalizzata, territoriale. Quindi il consiglio è quello di sviluppare contenuti (titoli, H1, immagini, eccetera) che contemplino parole chiave localizzate. 

Vuoi saperne di più?

Se vuoi scoprire quali sono i Segreti e strategie per essere primi sui motori di ricerca il consiglio è quello di ascoltare l’intervento di Giuseppe Barbagallo, SEO Specialist e Web Developer, che parlerà proprio di come aumentare la visibilità della propria azienda. L’appuntamento è per il prossimo 15 febbraio 2019 al ForumClub presso la Fiera di Bologna per il Wellness Marketing Power 2019

Assicurati il tuo ingresso, i posti sono limitati.