Il mondo del wellness è sensibile a tutte le evoluzioni del proprio settore.

Nuove tecniche di allenamento, nuovi attrezzi, nuovi mezzi, sale sempre più dotate di confort.

Abbigliamento tecnico. Integratori. I clienti sono dei veri e propri anticipatori. Si informano, ricercano. E soprattutto confrontano.

Questo è uno dei meccanismi che sta dietro un certo nomadismo del popolo delle palestre.

Tentare di fidelizzare è veramente complesso.

Su quali leve agire? Il prezzo? La rincorsa all’ultima moda? La iper specializzazione?

Ogni scelta comporta dei costi, degli investimenti. Il ROI non è mai un dato certo.

Agire sulle risorse umane a disposizione delle strutture è il metodo più rapido, diretto ed economico per influenzare le scelte dei clienti e dei prospect.

Puntare su un percorso di formazione continua. Una formazione progettata ad hoc con specifiche finalità rispetto alle strategie aziendali.

Attuare la massima valorizzazione dei collaboratori, delle loro competenze in armonia con le loro caratteristiche personali.

Strutturarsi per attirare i migliori talenti, le persone più affini al mission ed all vision della propria attività. Pensare alle risorse da inserire già nella visione del tipo di pubblico con cui andranno ad ad interagire.

 

Quindi tre elementi per competere da subito al meglio:

  1. Essere attrattivi per i migliori profili che offre il mercato del lavoro (la prima vendita della costar azienda è proprio questa)
  2. Progettare un percorso di formazione costante e specifico
  3. Approfondire la conoscenza dei membri del team e programmare la valorizzazione non solo rispetto alla mansione lavorativa, ma della persona per intero (vogliamo persone nelle aziende non lavoratori)

 


Luigi-de-Seneen

Luigi De Seneen
Business Developer, Docente
Relatore Wellness Marketing Power

 

wellness marketing power